REGOLAMENTO

Crédit Agricole For Future

Crédit Agricole Group Italia

1. PREMESSA

Il Gruppo Crédit Agricole è presente in Italia da oltre 40 anni, con 14 entità e un’offerta completa su tutte le linee di business: la banca commerciale, il credito al consumo, il corporate and investment banking, l’asset management, il comparto assicurativo, fino al completamento della gamma di offerta con i servizi dedicati al private banking.

Tutte le linee di business esprimono l’appartenenza al Gruppo anche attraverso un marchio istituzionale comune, che rafforza a livello nazionale la visibilità del Gruppo Crédit Agricole, una delle realtà bancarie internazionali più solide.

La Sostenibilità si esprime nell’identità stessa del Crédit Agricole, si integra per natura nella sua storia, nei suoi valori e nella sua immagine, contribuendo alla performance globale del gruppo.

Il gruppo si impegna volontariamente in ambito sociale ed ambientale, accompagnando progresso e trasformazione. Il Piano a Medio Termine 2022 presentato dal gruppo Crédit Agricole lo scorso giugno esprime il forte impegno in favore dello sviluppo inclusivo e della finanza sostenibile, quali chiavi di crescita del Gruppo.

2. FINALITA’ E DESCRIZIONE DELL’INIZIATIVA

Crédit Agricole Group Italia, con l’appoggio di tutte le entità che ne fanno parte, ha deciso di appoggiare l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile[1], collaborando per il raggiungimento di alcuni dei suoi obiettivi.

Gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile che il Crédit Agricole Group Italia ha deciso di sostenere, l’obiettivo 4[2] e  l’obiettivo 10[3], sono quelli riguardanti: L’EDUCAZIONE DI QUALITÀ’ e LA RIDUZIONE DELLE DISUGUAGLIANZE

Concentrando la propria attenzione su questi 2 obiettivi, il Gruppo crede di poter influenzare indirettamente anche l’obiettivo 1[4].

Il nostro Paese si distingue per l’attenzione che sta dedicando all’inclusione quale fattore distintivo della scuola italiana. Durante il periodo di crisi sanitaria abbiamo visto come il mondo dell’istruzione si sia attivato in poco tempo con lo smart-learning permettendo di non interrompere il percorso di studi. Tuttavia qualcuno è rimasto indietro tra quelle categorie di ragazzi più vulnerabili o in difficoltà economica. Il Gruppo vuole sostenere progetti volti a ridurre quei i fattori sociali, economici e culturali che alimentano la discriminazione o la marginalizzazione.

Sostenendo progetti i cui risultati si realizzano nel breve periodo, Crédit Agricole Group Italia afferma il proprio impegno in una prospettiva di lungo termine che produce valore e crescita stabile nel futuro. L’inclusione diventa il mezzo per raggiungere questi obiettivi di crescita sociale.

L’inclusione si esprime in una prospettiva di sistema ampia che non vuol dire solo accettare le diversità, ma accoglierle e valorizzarle nell’ambito di un progetto educativo e didattico ampio, offrendo risposte adeguate ed efficaci a tutti e a ciascuno.

Vi invitiamo ad approfondire i Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030 ed in particolare gli Obiettivi 1, 4 e 10 con il dettaglio dei Traguardi auspicati al link: https://sustainabledevelopment.un.org/post2015/transformingourworld

Crédit Agricole Group Italia mette a disposizione un plafond di Euro 100.000,00 (centomila/00) per contribuire al sostegno economico, a titolo di liberalità, dei progetti selezionati e pubblicati sul portale ca-crowdforlife.it.

 

3. CHI PUO’ PARTECIPARE

Possono partecipare all’iniziativa “Crédit Agricole For Future” i seguenti soggetti operanti ed aventi sede nel territorio italiano (di seguito “Proponenti”):

  • Enti del Terzo settore e le altre associazioni senza scopo di lucro[5]
  • Enti della Pubblica Amministrazione

4. COME SI SVOLGE L’INIZIATIVA

Attraverso la call verranno selezionati progetti che, in funzione della maggiore aderenza ai criteri di cui al punto 7, potranno sviluppare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma ca-crowdforlife.it della durata di 90 giorni, volta a raccogliere tra gli utenti della rete quota dei  finanziamenti necessari alla realizzazione del progetto stesso.

I progetti presentati dovranno chiaramente esprimere il traguardo economico da raggiungere con la raccolta fondi. Crédit Agricole Group Italia sosterrà i singoli progetti per un importo massimo corrispondente al raddoppio del contributo raccolto sulla rete tramite il portale CrowdForLife, fino ad un massimo del 50% del Traguardo definito, e comunque fino ad esaurimento del plafond massimo complessivo.

I contributi che i Proponenti si aggiudicheranno, dovranno essere obbligatoriamente utilizzati per finalità strumentali alla realizzazione dell’iniziativa stessa. Ogni Proponente potrà accedere ad un solo contributo in cofinanziamento, per tutta la durata della iniziativa.

Sulla base dell’andamento dell’iniziativa e di eventuali residui sulle risorse disponibili, Crédit Agricole Group Italia potrà valutare una seconda apertura della call o il prolungamento della stessa.

5. CONTENUTO DEI PROGETTI E TERRITORIALITA’

Potranno essere presentati, e quindi presi in considerazione, esclusivamente progetti che abbiano come obiettivo quello di generare un impatto positivo e duraturo sulle tematiche dell’educazione e dell’inclusione, contribuendo al raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile 4 e 10 dell’Agenda 2030, anche declinati in uno o più dei seguenti ambiti: istruzione, sport, musica, arti, gioco, tecnologie digitali (di seguito i  “Progetti”).

I Progetti devono preferibilmente presentare un approccio globale con obiettivo una delle seguenti sfide:

  • Educazione inclusiva dedicata a gruppi vulnerabili o scarsamente serviti, giovani che hanno abbandonato precocemente gli studi o per il miglioramento dei risultati di apprendimento per tutti;
  • Apprendimento personalizzato per le categorie più fragili con un focus sugli approcci nuovi e basati sulla ricerca per l’educazione in classe e l’apprendimento permanente;
  • Sviluppo delle capacità di bambini/ragazzi con focus sulla formazione nelle materie tecnico-linguistiche, sul pensiero critico, sulla creatività e collaborazione, ecc.

Gli impatti dei Progetti dovranno realizzarsi prioritariamente e principalmente sul territorio italiano.

6. MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Fase 1 – PRESENTAZIONE DEI PROGETTI: LA CALL

Presentazione dei progetti partecipando alla presente Call dal 14 settembre fino al 14 novembre 2020.

I Progetti dovranno essere presentati seguendo l’iter di seguito riportato:

  • Il Proponente compila l’apposito form di registrazione presente alla voce “Proponi un Progetto” e inserisce i requisiti formali (atto costitutivo, statuto vigente e ultimo bilancio/rendiconto annuale);
  • Nello stesso form il Proponente presenta le linee guida del proprio Progetto, i tempi di realizzazione e i principali step, e tutta la documentazione che ritiene utile alla presentazione del Progetto stesso;
  • Il Proponente inserisce il Traguardo economico da raggiungere, intendendosi per tale il valore economico del progetto pubblicato, e non come obiettivo da raggiungere per ritenere la campagna come andata a buon fine.

In caso di selezione del progetto, i soggetti proponenti dovranno registrarsi sulla piattaforma ca-crowdforlife.it accettandone i Termini i Utilizzo e Informativa sulla privacy.

Fase 2 – SELEZIONE DEI PROGETTI DA PUBBLICARE: LA GIURIA SCIENTIFICA

Ogni progetto, prima di essere considerato ammissibile alla fase di selezione, sarà sottoposto ad una verifica dei requisiti formali di partecipazione (vedi paragrafo precedente) da parte del team di CrowdForLife. Crédit Agricole Group Italia e CrowdForLife si riservano, sin da ora, la facoltà di richiedere ai Proponenti ulteriori approfondimenti in merito a ciascun progetto e/o documentazione mancante.

Una Giuria Scientifica composta da 7 membri esperti sul tema della sostenibilità, dei quali 3 esterni a Crédit Agricole Group Italia, dovrà valutare, tra tutti i progetti validi pervenuti durante la Call, quelli più aderenti agli obiettivi dell’iniziativa “Crédit Agricole for Future”.

I Progetti saranno valutati secondo i criteri di cui al punto 7.

Saranno ammessi alla fase successiva, sulla base del punteggio ottenuto e delle risorse messe a disposizione da Crédit Agricole Group Italia, solo i progetti che in fase di valutazione avranno ottenuto un punteggio compreso tra 70 e 100 punti.

Verranno privilegiate, in fase di valutazione, le proposte che identifichino idonei strumenti e modalità per il monitoraggio e la valutazione dei risultati del progetto.

Fase 3 – ACCESSO ALLA PUBBLICAZIONE DEI PROGETTI: il CROWDFUNDING

I Progetti selezionati dalla Giuria Scientifica avranno accesso alla campagna di crowdfunding e verranno pubblicati sul portale ca-crowdforlife. La campagna avrà una durata di 90 giorni, durante i quali i progetti potranno raccogliere fondi online.

Ciascun Proponente avrà a disposizione una pagina web dedicata al proprio progetto https://www.ca-crowdforlife.it/nome pagina

Prima dell’avvio della campagna, i Proponenti dei progetti selezionati saranno supportati dal team di CrowdForLife per accedere alla pubblicazione. In particolare dovranno produrre materiale di dettaglio della progettualità e delle azioni di comunicazione correlate alla raccolta fondi: descrizione testuale e materiale video (120 sec) che racconti il progetto e gli obiettivi da raggiungere, modalità di utilizzo dei fondi qualora il progetto si sviluppi su più fasi e, infine, eventuali ricompense per chi deciderà di sostenere l’iniziativa.

I progetti selezionati saranno supportati dal team di Crédit Agricole Group Italia nelle attività di comunicazione per la campagna di crowdfunding. Tale supporto non potrà in ogni caso garantire il raggiungimento del traguardo.

Su tutti i materiali di comunicazione che verranno realizzati con riferimento ai progetti aggiudicatari dovrà essere apposto il logo Crédit Agricole Group Italia, accompagnato dalla dicitura: “Progetto realizzato con il contributo di”. Le bozze dovranno essere preventivamente approvate da Crédit Agricole Group Italia.

All’atto della pubblicazione del progetto sul portale, l’ente proponente dovrà essere titolare di un rapporto di conto corrente presso una delle banche del Gruppo Crédit Agricole Italia, regolato dalle condizioni contrattualmente previste e dai fogli informativi tempo per tempo vigenti.

7. CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri di valutazione.

Criteri di valutazione dei progetti

Punteggio max

Rispondenza agli obiettivi della Call           

(capacità dei progetti di contribuire al raggiungimento degli SDGs  dell’Agenda 2030 riguardanti l’educazione e l’inclusione.

 

25

Capacità di fare sistema

(capacità di attivarsi nel contesto di riferimento per assicurarsi la partnership  di altri soggetti interessati al progetto, in termini di co-finanziamento ma anche di expertise, spazi, comunicazione)

 

20

Integrazione e promozione sul territorio

(valorizzazione del territorio, rapporti con il territorio, co-progettazione o co-realizzazione con altri soggetti territoriali nazionali o internazionali)

 

20

Sostenibilità economica

(coerenza del piano finanziario e dello sviluppo delle fasi di progetto in termini coerente con l budget totale)

 

15

Rilevanza di ambito

(importanza degli eventuali partner coinvolti, partecipazione del pubblico e rilevanza riconosciuta al progetto nell’ambito del settore educazione e inclusività

 

10

Innovazione e scalabilità

(radicamento dell’iniziativa, capacità di comunicare, elementi di innovazione del progetto rispetto al contesto territoriale o all’ambito di riferimento)

 

10

 

Totale

 

100

8. COMUNICAZIONE E MODALITÀ’ DI ASSEGNAZIONE DEI FONDI

Le donazioni raccolte dal Progetto tramite il portale CrowdForLife verranno rese disponibili al Proponente mediante accredito sul conto corrente ad esso intestato al momento della chiusura della campagna. Il Proponente aggiudicatario del contributo di Crédit Agricole Group Italia riceverà da CrowdForLife una informativa per la corretta compilazione e invio dei documenti necessari a ricevere il contributo economico.

Crédit Agricole Group Italia e CrowdForLife, in ogni caso, si riservano il diritto di escludere dalla procedura di assegnazione dei contributi, a proprio insindacabile giudizio, tutti quei progetti che abbiano raccolto donazioni con modalità sleali e/o comunque non ritenute conformi a quelle consuete del crowdfunding e/o della presente iniziativa.

9. GARANZIA DEL PROGETTO REALIZZATO

Il Proponente si impegna nel corso dei 12 (dodici) mesi successivi al finanziamento della campagna a:

  • impiegare i fondi ottenuti per le finalità per le quali sono stati erogati;
  • fornire prova e rendicontazione di quanto ai punti precedenti mediante l’esibizione delle fatture di acquisto, bolle di consegna, e ogni altro documento ritenuto utile allo scopo e fiscalmente valido;
  • fornire una relazione di progetto che illustri gli obiettivi raggiunti ed eventuali criticità riscontrate nel progetto;
  • realizzare un breve video che illustri quanto realizzato con il contributo di Crédit Agricole Group Italia ed inviare eventuale altro materiale di comunicazione realizzato in merito al progetto (es., foto, brochure, articoli di stampa, ecc.)

10. ESCLUSIONI E LIMITAZIONI 

Saranno esclusi dalla partecipazione all’iniziativa oggetto del presente bando, i soggetti che dovessero presentare dichiarazioni e/o documenti riportanti informazioni in parte o totalmente false e/o non corrette. Saranno inoltre escluse (fin dalla prima fase di partecipazione) tutte le idee progettuali che risultino:

  • Incomplete;
  • Incoerenti (con riferimento alle categorie comprese nella presente e agli obiettivi dell’iniziativa);
  • In contrasto con le norme stabilite dal presente documento;
  • In violazione di diritti di proprietà intellettuale o industriale di terzi;
  • In violazione di norme imperative.

11. INFORMAZIONI E RECAPITI

Per tutte le informazioni relative al progetto e per ogni necessità connessa alla fruizione dello stesso è possibile contattare il team di CrowdForLife al seguente indirizzo:

crowdforlife@credit-agricole.it

 

—————————————————————————-

[1] L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. ‘Obiettivi comuni’ significa che essi riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno ne è escluso, ne deve essere lasciato indietro lungo il cammino necessario per portare il mondo sulla strada della sostenibilità.

[2] Obiettivo 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti. Un’istruzione di qualità è la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile. Si sono ottenuti risultati importanti per quanto riguarda l’incremento dell’accesso all’istruzione a tutti i livelli e l’incremento dei livelli di iscrizione nelle scuole, soprattutto per donne e ragazze. Il livello base di alfabetizzazione è migliorato in maniera significativa, ma è necessario raddoppiare gli sforzi per ottenere risultati ancora migliori verso il raggiungimento degli obiettivi per l’istruzione universale. Per esempio, a livello mondiale è stata raggiunta l’uguaglianza tra bambine e bambini nell’istruzione primaria, ma pochi paesi hanno raggiunto questo risultato a tutti i livelli educativi.

[3] Obiettivo 10: Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni La comunità internazionale ha fatto progressi significativi per sottrarre le persone alla povertà.  Le nazioni più vulnerabili – i paesi meno sviluppati, i Paesi in via di sviluppo senza sbocco sul mare e i piccoli stati insulari in via di sviluppo – continuano a farsi strada per ridurre la povertà. Tuttavia, l’ineguaglianza persiste e rimangono grandi disparità di accesso alla sanità, all’educazione e ad altri servizi. Inoltre, mentre la disparità di reddito tra i diversi paesi sembrerebbe essersi ridotta, la disparità all’interno di un medesimo paese è aumentata. Cresce il consenso sul fatto che la crescita economica non è sufficiente per ridurre la povertà se non si tratta di una crescita inclusiva e se non coinvolge le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile – economica, sociale e ambientale. Per ridurre la disparità, le politiche dovrebbero essere universali e prestare attenzione ai bisogni delle popolazioni svantaggiate e emarginate. 

[4] Obiettivo 1: Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo. Gli indici di povertà estrema si sono ridotti di più della metà dal 1990. Nonostante si tratti di un risultato notevole, nelle zone in via di sviluppo una persona su cinque vive ancora con meno di 1,25 dollari al giorno e ci sono molti milioni di persone che ogni giorno guadagnano poco più di tale somma. A ciò si aggiunge che molte persone sono a rischio di ricadere nella povertà.
La povertà va ben oltre la sola mancanza di guadagno e di risorse per assicurarsi da vivere in maniera sostenibile. Tra le sue manifestazioni c’è la fame e la malnutrizione, l’accesso limitato all’istruzione e agli altri servizi di base, la discriminazione e l’esclusione sociale, così come la mancanza di partecipazione nei processi decisionali. La crescita economica deve essere inclusiva, allo scopo di creare posti di lavoro sostenibili e di promuovere l’uguaglianza.

[5] Sono considerati enti del Terzo settore le associazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte nei rispettivi registri attualmente previsti dalle normative di settore.